Sculacciate e schiaffi sui bambini da ora sono vietati per legge

La proposta di legge francese vieta le sculacciate come metodo educativo, dichiarandole causa di problemi mentali e fisici nei più piccoli

La notte tra il 29 e il 30 novembre 2018, l’Assemblea Nazionale francese – equivalente alla Camera dei Deputati italiana – ha approvato una proposta di legge che vieta “violenze ordinarie a scopo educativo” sui bambini. Tutti coloro a favore del bando sostengono, infatti, che le sculacciate siano la causa principale di disturbi mentali e fisici.

La proposta contro le “violenze educative ordinarie”

La proposta divide il Parlamento francese: favorevoli il partito centrista MoDem – autore del disegno di legge – insieme a La Republique en Marche del presidente Emmanuel Macron, oltre ad altri gruppi parlamentari. Il Difensore dei diritti Jacques Toubon dichiara questa mossa “un segnale politico forte per cambiare la mentalità“. Insieme a lui, molti giuristi e organizzazioni della società civile sostengono la proposta.


sculacciata

 

I voti contrari

La proposta di legge anti-sculacciata è stata definita “ridicola” dai partiti di destra e centrodestra, i quali la dichiarano “un attentato alla libertà dei genitori”. Tra questi emerge il parere nettamente contrario della deputata eletta per l’estrema destra Emmanuelle Ménard. A sostegno della contrarietà a questa proposta, alcuni hanno rivangato quanto accaduto nel 2002, quando Francois Bayrou – fondatore del partito MoDem – schiaffeggiò un bambino pubblicamente.

Approfondimenti sul tema

La proposta di legge così approvata allinea la Francia alla normativa internazionale. Il provvedimento anti-sculacciata è un tema dibattuto da anni nel Paese. Già nel 2006, durante la presidenza di Francois Hollande, una proposta simile era stata bocciata dal Consiglio costituzionale per una questione di forma.

Francia vieta le sculacciate sui bambini

Nel marzo 2015 il Consiglio d’Europa per i diritti civili aveva esortato Parigi sul tema, seguito poi nel 2016 dal Comitato dell’infanzia dell’Onu. Secondo l’ong ChildHood Foundation, l’85% dei genitori francesi ricorre alle sculacciate come metodo educativo, contrariamente a molti altri Paesi europei. Con la legge del 30 novembre 2018 la Francia diventa il 55esimo Paese al mondo a vietare le sculacciate. Tra questi la Svezia si posiziona al primo posto con la legge del 1979.