L'amorevole sacrificio del figlio: da 15 anni porta in spalla la madre paralizzata

Ha trasportato la madre disabile sulle spalle, alla ricerca di lavoro: un sacrificio che ha riscosso l'ammirazione dei suoi concittadini. Ora ha finalmente un lavoro e una casa

Ha rinunciato a tutto per prendersi cura della madre paralizzata. Da quando la donna è rimasta vedova, Wang Xiangqiang – un uomo di 37 anni residente a Chongqing, nella Cina meridionale – si è licenziato per assistere la madre, Tian. Ogni giorno per 15 anni, ha trasportato sulle proprie spalle la mamma disabile, da una città all’altra in cerca di un lavoro. I suoi onorevoli sacrifici hanno colpito i suoi concittadini, che si sono mobilitati per aiutarlo ad ottenere un sussidio e un posto di lavoro.

Una storia di sacrificio e amore

Cosa non si farebbe per la propria famiglia? Prendersi cura dei genitori e familiari è un dovere, ma è anche una forma di amore che spesso richiede molto sacrificio. Da quando è morto suo padre, nel 2003, Wang Xiangqiang ha rinunciato a tutto per occuparsi a tempo pieno della madre paralizzata. La donna, Tian Jinggui, era rimasta paralizzata dopo una caduta. Quando era il padre ad occuparsi di lei, Wang aveva un lavoro a tempo pieno in un’altra città, nella Cina Orientale. Per assisterla a tempo pieno, ha dovuto licenziarsi. Da allora è andato alla ricerca di un’occupazione che potesse sostenerli, ma la donna non poteva né essere lasciata da sola, né essere trasportata con i mezzi o con l’auto. Così, il figlio ha deciso di caricarla sulle proprie spalle, camminando da una città all’altra.


Wang-Xianqiang_madre paralizzataWang Xianqiang con la madre Tian – Fonte: Miaopai/TV.people.com.cn


“Lei è tutto il mio mondo”

La vita di Wang si è svolta così ogni giorno, per 15 anni. Ha cercato in tutti i modi di sostenerla, cercando qualsiasi impiego che gli permettesse di prendersene cura. Avrebbe accettato qualsiasi salario e condizioni flessibili. Nel 2015 aveva trovato un impiego in una fabbrica tessile, che però ha chiuso. Oltre al lavoro, Wang ha rinunciato anche a sposarsi. Il suo affetto per la madre gli dà la forza per andare avanti. Al South China Morning Post, ha raccontato: “Mia mamma è tutto il mio mondo“. 

madre anziana disabileIl sacrificio per aiutare la madre anziana ha commosso tutti


La storia che ha commosso la Cina

La sua storia ha riscosso l’ammirazione dei suoi compaesani, i quali, commossi da tanto spirito di sacrificio, hanno deciso di sostenerlo. I cittadini si sono mobilitati e sono riusciti a fargli ottenere un sussidio pubblico ed una casa, costruita per le esigenze della madre. Wang ha anche ottenuto un posto di lavoro come netturbino. La storia è rimbalzata anche sui social cinesi ed ha commosso il mondo. Ora è stata lanciata una campagna di raccolta fondi sul web sul sito Weibdo per acquistare una sedia a rotelle per la madre.

Una bella storia, che ricorda quella di un altro uomo cinese, Chen, che seppur senza braccia si prende cura della madre disabile. In Cina, secondo fonti statali, vi sarebbero circa 85 milioni di persone con disabilità, ma secondo le organizzazioni per i diritti umani, questo numero è di gran lunga superiore.

Leggi anche: IKEA, madre con bimbo disabile licenziata perché non rispetta i turni: i colleghi scioperano