megalizzi evidenza

Purtroppo c'è un'altra vittima per la sparatoria che lo scorso 11 dicembre ha gelato il cuore dell'Europa, colpendo il mercatino di Natale di Strasburgo. Uno dei feriti, Antonio Megalizzi, il giornalista di 29 anni colpito alla testa, non ce l'ha fatta. Le sue condizioni erano disperate, inoperabile il proiettile finito alla base della nuca.

Strasburgo, Antonio Megalizzi non ce l'ha fatta

Il giovane era ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale Hautepierre di Strasburgo, dove lo stavano raggiungendo medici e luminari da Torino per tentare l'impossibile. L'operazione, infatti, sarebbe stata molto difficile: il proiettile che ha colpito Megalizzi si trovava in un punto critico, tra la nuca e la spina dorsale. Il 29enne era stato messo in coma farmacologico e le sue condizioni per il momento considerate stabili. A Strasburgo era stato raggiunto dalla famiglia e dalla fidanzata poco dopo la notizia del ferimento nell'attentato.

megalizzi interna 2

Chi era il reporter di 29 anni

Antonio Megalizzi era nato a Trento, dove viveva con la famiglia. Si trovava a Strasburgo per seguire i lavori del Parlamento europeo dove era in corso la plenaria. Il reporter lavorava per un network, Europhonia, che riunisce i progetti radiofonici di università di Italia, Francia, Germania, Portogallo. Laurea a Verona, aveva deciso di continuare gli studi con una specialistica a Trento in Studi Internazionali. Antonio Megalizzi era un giovane europeo ed europeista, portava avanti il suo ideale che un'unione che conciliasse le differenze tra Stati li avrebbe resi più forti. Era tra gli organizzatori di diversi eventi per promuovere l'Unione Europea.

[caption id="attachment_320705" align="aligncenter" width="854"]megalizzi interna Foto. TgR Trento[/caption]

Attentato di Strasburgo, ucciso il killer

È di ieri sera la notizia che Cherif Chekatt, responsabile per la strage del mercatino di Natale, è stato ucciso dalla polizia. Chekatt, coetaneo di Megalizzi, aveva un passato di crimini ed era stato più volte in carcere. Cercato in Germania, Svizzera e anche Italia, è stato trovato a Neudorf, il quartiere dove abitava. Lo Stato Islamico ha rivendicato l'appartenenza del 29enne all'organizzazione.