Sarà un Natale migliore delle aspettative, quello di della piccola Giada. La bimba di Giugliano (Napoli) malata di leucemia, la cui storia ha negli ultimi mesi coinvolto e commosso tutta l’Italia, sta meglio. La madre, attraverso la pagina Facebook che racconta la storia della figlia, ha inoltre dato un’altra ottima notizia: sono stati trovati due donatori di midollo spinale compatibili con la piccola: presto, potrebbe essere messa in atto la terapia che potrebbe dare lo scacco matto alla malattia.

Un’ondata di ottimismo

A dare la notizia è la madre di Giada, attraverso la pagina Facebook Un sogno per Giada. I genitori della piccola hanno dovuto trovare un’appartamento a Roma, per poter essere più vicini alla piccola che si cura in un’ospedale della capitale: da mesi è attiva una raccolta fondi per sostenere la famiglia nelle spese mediche e in quelle relative all’assistenza della piccola, e in parallelo c’è stata una fitta ricerca con il disperato fine di trovare un donatore. Intanto, fortunatamente, i valori di Giada miglioravano: “Ieri siamo rientrate a casa!!! I medici hanno detto che era veramente un peccato far rimanere una bambina con dei valori così “belli” in ospedale, in attesa di possibili (e previste) reazioni! E noi ne siamo felici!”.

Ci sono ben due donatori

Sebbene sia a casa, Giada non è in “pausa” dalla terapia che la sta curando, e che le viene fornita perennemente con uno zainetto che deve sempre tenere sulle spalle: nonostante ciò, l’umore è alto sia per lei che per i genitori. “Continuo a “sentire” che è come se si fosse creata un’aura di “positività” intorno a noi…. a volte non vorrei dirlo per scaramanzia…. ma veramente si sta incastrando tutto nel migliore dei modi ed a volte percepisco che non può essere solo una “coincidenza”. Tra le belle novità, per l’appunto, c’è proprio il fatto di aver trovato due donatori compatibili: “Sono usciti “2 midolli compatibili 100%” una persona di Torino ed una di Potenza…. Se non avessero trovato midolli compatibili a più del 90%, le previsioni erano che saremmo stati noi i donatori di staminali, allo stato, invece, se i donatori sono sani e non si tirano indietro, trapianterà direttamente sangue midollare… non ho le competenze tecniche di capire la differenza, ma so che è meglio un donatore compatibile!!!“.

Per Giada e la sua famiglia sarà un Natale intriso di nuova speranza, del calore della famiglia e di 4 mura di casa. Per la sua famiglia, è tutto quello che potevano desiderare in questo momento.

giada leucemia

La piccola Giada mentre studia, in ospedale