Autista dell'autobus salva ragazza che stava tentando il suicidio

La storia è stata raccontata sulla pagina Facebook Atac Roma, felice di parlare bene del salvataggio da parte di un loro autista. Erano le 4 del mattino di qualche giorno fa, quando C.M., autista Atac di 52 anni, ha visto mentre attraversava un ponte della capitale, vicino a stazione Tiburtina, una ragazza sul bordo del parapetto. Ha fermato il suo autobus ed è corso ad aiutarla.

Il tentato suicidio

L’autista era da poco uscito dal deposito di Portonaccio: “Alle 4 di mattina C.M., autista Atac di 52 anni e padre di tre figli, esce dal deposito di Portonaccio per andare a prendere servizio sulla linea bus 46 a Monte Mario. È buio e appena svoltato sul ponte all’altezza della stazione Tiburtina, intravede una sagoma al di là del parapetto. Immediatamente ferma il bus e scende“. In bilico sul ponte c’è una giovane ragazza mora, sola, sui vent’anni. Il 52enne cerca immediatamente di fermarla: “‘Fermati, che stai facendo? – le chiede l’autista avvicinandosi – scendi da lì, è pericoloso!’. La ragazza, disperata in lacrime, non vuole dare ascolto all’uomo e gli intima di non avvicinarsi“. Sono momenti concitati e difficili ma l’autista non si perde d’animo. Le parla, riesce a calmarla, ma le cose in un attimo si fanno di nuovo difficili.

Autista dell'autobus salva ragazza che stava tentando il suicidio

Il post dell’Atac

La tensione sale

Nel frattempo un altro autista che stava per prendere servizio, passando nella zona, vede la scena e si ferma per prestare aiuto. La ragazza vedendo i due si fa nuovamente prendere dal panico e urla ad entrambi di allontanarsi. “L’autista in moto si allontana e chiama i carabinieri. Nel frattempo, C. M. convince la ragazza a scavalcare il parapetto e continua a rassicurarla. La ragazza, sconvolta, scappa piangendo verso via di Portonaccio, dove i carabinieri la ritroveranno in stato confusionale“, spiegano sulla pagina Fb dell’Atac. I due insieme sono riusciti ad evitare il peggio, e l’Atac si sente di ringraziare pubblicamente l’autista che per primo ha notato tutto e si è fermato per prestare aiuto: “Ringraziamo l’autista per aver scongiurato il peggio“.

carabinieri1

Immagine di repertorio