Lutto nel mondo della medicina: morto il pediatra Valerio Nobili

Una passione per la ricerca, una vita passata a cercare il modo migliore per curare l’obesità infantile. Direttore di reparto presso l’ospedale Bambin Gesù di Roma, insegnante e luminare della medicina di fama internazionale, Valerio Nobili si è spento improvvisamente nel pomeriggio di ieri mentre si trovava in sella alla sua bicicletta. 

Morto Valerio Nobili: luminare della medicina

Il medico era annoverato tra i più grandi patologi a livello mondiale. Il medico 52enne si è spento improvvisamente intorno alle 15 di ieri pomeriggio, quando, in sella alla sua bici, si è accasciato a terra in piazza Thorvaldsen, di fronte a Villa Giulia, sui binari del tram 19. Una morte inspiegabile, forse un malore o un infarto, anche se il medico non soffriva di patologie cardiache. 

Purtroppo per lui non c’è stato nulla da fare, nonostante i soccorsi tempestivi (nei pressi infatti erano presenti degli agenti della polizia municipale del II Gruppo) e l’arrivo del 118, i soccorritori hanno potuto solo constatare il decesso. Sarà il medico legale a stabilire che cosa abbia causato la morte del medico. La sua prematura scomparsa ha sconvolto l’intera comunità medica. “Era una persona speciale, geniale e buona, - si legge su Il Messaggero - che aiutava tutti e faceva tanta beneficienza per aiutare i suoi piccoli ricoverati”. Nobili lascia una moglie. 

Una vita per la ricerca

Valerio Nobili aveva passato anni a studiare e a cercare sempre l’innovazione nel suo campo. Il medico si occupava principalmente di trovare una soluzione definitiva alla lotta contro l’obesità infantile. Nobili infatti ne studiava le cause genetiche e diffondeva il messaggio di uno stile di vita sano tra le prime armi per combattere il fenomeno. Il pediatra però non era solo questo; come si legge su Il Messaggero, un collega lo ha definito come “un punto di riferimento di tutti i pediatri romani e italiani per quanto riguarda le patologie del fegato e, in particolare, della statosi epatica pediatrica”.



Nobili era originario di Monterotondo, laureato e specializzato con lode alla Sapienza, nel corso della sua vita ha anche studiato e lavorato all’estero presso centri di grande prestigio tra i quali l'ospedale St. Thomas di Londra. Da sei anni lavorava presso l’ospedale Pediatrico Bambin Gesù, dove si occupava dei più piccoli. Il pediatra faceva parte anche di diverse associazioni italiani e internazionali dal comitato etico del Bambin Gesù, a membro dell’American Association Study Liver Desease, passando per l’European Society Pediatric Gastroenterolgy Hepatology and Nutrition, l’Associazione Italiana per lo Studio del Fegato e della Società Italiana di Gastroenterologia, Epatologia e Nutrizione Pediatrica e tante altre.