Marcello De Vito - Foto: Ansa

Nelle prime ore di questa mattina Marcello De Vito, presidente dell'assemblea capitolina di Roma, è stato arrestato. Secondo i pm Barbara Zuin e Luigia Spinelli, De Vito avrebbe incassato direttamente o indirettamente delle elargizioni promettendo in cambio di favorire il progetto dello stadio della Roma.

Marcello De Vito in manette

Lʼesponente 5 Stelle Marcello De Vito avrebbe favorito, stando alle indagini, il noto progetto dell'imprenditore Luca Parnasi per la costruzione del nuovo stadio della Roma, molto contestato. In tutto sono finite in manette 4 persone, per due indagati è stata disposta la custodia cautelare in carcere mentre per gli altri due invece gli arresti domiciliari. De Vito questa mattina ha ricevuto una ordinanza di custodia cautelare in carcere. Le accuse per i 4 sono diverse: corruzione e di traffico di influenze illecite, non solo per il caso dello stadio di Roma, ma anche per la costruzione di un albergo alla ex stazione ferroviaria di Roma Trastevere e in ultimo anche per quanto riguarda la riqualificazione dell'area degli ex Mercati generali di Roma Ostiense.

Primo piano di Marcello De Vito con la bandiera italiana e europea
Marcello De Vito - Foto: Facebook

La reazione dei 5 stelle

Per il momento non c'è stata alcuna comunicazione ufficiale né degli alti vertici del MoVimento, né dalla stessa Virginia Raggi. Ansa racconta però qualcuna delle reazioni dei membri del MoVimento a Roma. La consigliera Eleonora Guadagno: "Sono scioccata. Aspetto di capire meglio. Nelle chat la reazione è univoca. Tutti dicono 'impossibile che sia successo'". Ed effettivamente questa è la posizione condivisa da molti. La collega Teresa Zotta: "Vediamo, questa è dura. Ci incontreremo sicuramente, non posso credere ad una cosa del genere".

Luca Parnasi in tribuna a Roma - Foto: Ansa
Luca Parnasi - Foto: Ansa