Eleonora Daniele

Eleonora Daniele, conduttrice di Storie Italiane, parla della sua vita a Domenica In. A Mara Venier, con cui c'è molta intesa e affetto, racconta del fratello Luigi, purtroppo scomparso, gravemente malato di autismo. La scomparsa del fratello ha lasciato un baratro nella vita della conduttrice che, commenta, forse ha scelto di aiutare chi non può a dar voce alle proprie storie proprio grazie a lui.

Eleonora Daniele parla del fratello Luigi: una perdita devastante

"In mano tua io mi sento sicura, so che sei sempre da parte della gente", dice Eleonora Daniele a Mara Venier, mentre si prepara a raccontare l'esperienza più dolorosa della sua vita. "Sicuramente c'è stato un momento della mia vita che mi ha cambiato, sono passati 4 anni. Anche io sono entrata in una storia, con la perdita di Luigi, mio fratello, un ragazzo autistico", racconta la conduttrice, "Quando se ne è andato per me è cambiato tutto, a un certo punto è stato come se fossi rimasta senza vita, come se si fosse fermato il tempo".

Eleonora Daniele a Domenica In
Eleonora Daniele a Domenica In

Eleonora Daniele e il fratello riuscivano a comunicare grazie alla musica: "Per lui la musica era qualcosa di forte, meraviglioso. Quando ascoltava la musica, e lo facevamo insieme, io ero bambina, mi ricordo ascoltavamo spesso canzoni dei Wham!, lo vedevo sorridere, così bello, così felice. La musica lo rendeva felice, Luigi riusciva a comunicare, io lo guardavo dritto negli occhi. C'era una profondità, quello che mi ha insegnato non si può spiegare a parole". Purtroppo, il fratello della conduttrice è scomparso improvvisamente: "Io sono stata chiamata la mattina al telefono, mi è stato detto che lui non c'era più. In quel momento sono morta anche io, non l'ho accettata questa cosa".

Il vuoto e gli insegnamenti che ha lasciato

"È da quando sono nata che mi chiedo perché era lui malato e non io, perché a lui è stato tolto il modo di poter comunicare e invece a me è stato dato questo dono", continua Daniele, "Probabilmente è Dio che decide". La conduttrice ammette che probabilmente "faccio questo lavoro per dare voce alle persone come lui, che non hanno voce. Era bellissimo quando andavamo a trovarlo, lui sapeva che ero lì per lui. È difficile quando li vivi in casa questi problemi, ma quando li perdi capisci quanto ti danno queste persone". Daniele ha anche fondato un'associazione insieme alle sorelle per aiutare le persone malate come Luigi: "C'è tanta rabbia a volte, dicono tante cose, ma a volte bisognerebbe fare un po' di più se si parla di disabilità".

Eleonora Daniele parla del fratello Luigi
Eleonora Daniele parla del fratello Luigi

La conduttrice racconta di come ha imparato a gestire casi molto delicati, come quello di Desirée, la ragazza violentata e uccisa a San Lorenzo. "Inizialmente nessuno scrisse la verità. A un certo punto mi arriva una telefonata da un'inviato. Il mattino dopo avevo tutti i pezzi pronti ma mi sono fatta lo scrupolo di non parlarne perché la famiglia non era stata messa al corrente", rivela Eleonora Daniele. "Ci sono delle storie che mi porto a casa più di altre, però come fai a non pensarci? Ci vuole davvero tanta sensibilità, quando le persone ti mettono in mano la propria vita o quella dei cari devi andarci in punta di piedi".