Femminicidio: un’altra donna è stata uccisa dall’ex marito a Nuoro


Una domenica di sangue in Sardegna. Si tratta dell’ennesimo caso di femminicidio nel giro di pochi giorni. La gelosia, l’invidia, la "tempesta emotiva", sono queste alcune delle motivazioni addotte agli omicidi perpetrati da biechi uomini a scapito di donne innocenti. Non fa eccezione la storia di Romina Meloni, uccisa a Nuoro questo pomeriggio dall’ex marito, che ha sparato anche al compagno della donna, adesso ricoverato nel reparto di rianimazione.

Cosa è successo

Romina Meloni, 49 anni, originaria di Ozieri, in provincia di Sassari, da poco era andata a convivere con il suo compagno, Gabriele Fois, 49 anni anche lui. I due avevano una relazione da meno di un anno. Attorno alle 17 di questo pomeriggio, l’ex marito di Romina, il quarantanovenne Ettore Sini, ha fatto irruzione in casa sparando alla coppia. Quando i medici del 118 sono giunti sul luogo del delitto non hanno potuto far altro che constatare il decesso della donna. Il compagno è stato, invece, ricoverato all’ospedale "San Francesco" di Nuoro, nel reparto di rianimazione. 

Romina Meloni e il nuovo compagno Gabriele Fois. Immagine: Romina Meloni, Gabriele Fois/Facebook
Romina Meloni e il nuovo compagno Gabriele Fois. Immagine: Romina Meloni, Gabriele Fois/Facebook

La ricerca dell’uomo

Ettore Sini, originario di Bono, paese in provincia di Sassari, è un agente della polizia Penitenziaria. Dopo aver fatto fuoco sull’ex moglie e sul suo nuovo compagno, l’uomo si è dato alla fuga, a bordo di una Panda rossa, secondo quanto riportato da Il Fatto Quotidiano. Dopo aver verificato la situazione, i carabinieri della Compagnia di Nuoro stanno adesso ricostruendo la dinamica del femminicidio, cercando di capire le motivazioni di questo brutale atto. Nel frattempo, è caccia all’uomo nelle province di Nuoro e Sassari. 

Gabriele Fois, il compagno di Romina Meloni, si trova adesso nel reparto di rianimazione. Immagine: Gabriele Fois/Facebook
Gabriele Fois, il compagno di Romina Meloni, si trova adesso nel reparto di rianimazione. Immagine: Gabriele Fois/Facebook

Marzo all’insegna del femminicidio

La brutalità, l’ignoranza, il non rispetto, sono gli elementi decisivi che stanno scatenando una vera e propria mattanza in Italia. Solo nel mese di marzo sono stati registrati almeno quattro casi di donne uccise per mano di compagni, mariti ed ex, come la ragazza di Messina, Alessandra Musarra. Romina Meloni è l’ennesima vittima innocente di questa strage. Insieme a loro, non vanno dimenticate quelle donne che hanno subito e subiscono violenza giornalmente.