Anziani maltrattati in casa di riposo a Catanzaro, 2 dipendenti arrestati


È accaduto a Settingiano, in provincia di Catanzaro, al San Francesco Hospital. Grazie all’operazione "Ti fa stare bene", questa mattina, la Guardia di Finanza è riuscita ad arrestare due dipendenti, che si trovano ora agli arresti domiciliari. In totale sono 16 gli indagati per quanto accadeva nella casa di riposo, dove degli anziani venivano maltrattati, percossi, derisi. Purtroppo non è la prima volta che accade una cosa del genere in una casa di riposo, l’ultima notizia risale al febbraio scorso

Anziani maltrattati fisicamente e psicologicamente

Non subivano solo vessazioni fisiche e atti di violenza. Gli ospiti del San Francesco Hospital, infatti, oltre ad essere picchiati dal personale, venivano derisi, minacciati, molestati. Gli anziani erano costretti a trascorrere le giornate in un corridoio nel seminterrato della struttura, seduti su delle sedie o sulle loro carrozzine. Lo spazio era adibito a sala comune. Capitava che si addormentassero in posizioni scomode, innaturali, con la testa appoggiata sulla spalla o sul tavolo, gli uni accanto agli altri. In ogni caso, venivano obbligati a rimanere immobili per non disturbare l’operatore di turno addetto alla sorveglianza. 

Gli anziani erano costretti a stare in un corridoio nel seminterrato della struttura. Immagine di repertorio
Gli anziani erano costretti a stare in un corridoio nel seminterrato della struttura. Immagine di repertorio

Operazione "Ti fa stare bene"

Le indagini della Guardia di Finanza di Catanzaro sono scaturite a seguito delle denunce presentate da alcuni familiari degli anziani maltrattati. Per l’operazione, la GdF si è servita di intercettazioni ambientali per mezzo di audio e video, e di perizie tecnico-specialistiche effettuate da professionisti del settore sanitario. Gli esiti hanno fatto emergere una grave realtà: giornalmente gli ospiti della casa di riposo sopportavano percosse, molestie, intimidazioni. 

Sono 16 in totale gli indagati dalla Guardia di Finanza di Catanzaro. Immagine di repertorio
Sono 16 in totale gli indagati dalla Guardia di Finanza di Catanzaro. Immagine di repertorio

Le accuse e i provvedimenti

Dopo aver riscontrato tali efferatezze, le forze dell’ordine, questa mattina, hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare nei confronti di cinque operatori socio-sanitari. Due posti agli arresti domiciliari, gli altri tre sottoposti al divieto di dimora. Le cinque persone sono indagate per maltrattamenti aggravati. Contemporaneamente, i finanzieri hanno notificato altri 11 avvisi di garanzia, al direttore sanitario, a 4 infermieri, ad una educatrice e ad altri 5 operatori socio-sanitari. Tutti indagati a vario titolo per maltrattamenti, sequestro di persona e lesioni colpose. Il provvedimento è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Catanzaro, Francesca Pizii