cassonetti bruciati durante protesta contro i roma a roma

Ieri sono cominciate le proteste a Roma per l’arrivo di alcune famiglie rom in una struttura di accoglienza. Oggi Virginia Raggi, viste le continue proteste, ha deciso per il ricollocamento.

Le proteste per l’arrivo delle famiglie rom

Ieri alcune famiglie rom sono arrivate nel centro di accoglienza di via dei Codirossoni a Torre Maura. Da quel momento una parte degli abitanti della zona della periferia est di Roma sono scesi in strada per protestare. Ieri tre cassonetti dei rifiuti sono stati dati alle fiamme ed è stata anche bloccata la consegna dei pasti destinati alla struttura di accoglienza. In strada c’erano circa 300 persone, alcuni anziani, che protestavano urlando: “Andate via. I manifestanti hanno ottenuto nella tarda serata di ieri che per le famiglie si trovasse un’altra via.

protesta contro i rom a roma
Foto: Ansa

Raggi decide il ricollocamento

Alla fine, nella tarda serata di ieri, il sindaco Virginia Raggi, ha deciso di accogliere la richiesta di chi protestava: “In merito al trasferimento di circa 60 persone rom dalla struttura di via Toraldo a quella di via dei Codirossoni, l’Ufficio speciale Rom sinti e caminanti ha deciso di ricollocare le persone presenti nella struttura presso altri centri d’accoglienza per persone fragili su tutto il territorio romano“. Stando a quanto spiegato, la decisione di spostarli era dovuta alla necessità di permettere ai bambini di andare a scuola. Ora quindi dovranno essere nuovamente spostati. Il Campidoglio ha anche fatto sapere con una nota che: “Le operazioni saranno curate dalla Sala operativa sociale a partire da stamattina e si concluderanno in sette giorni“.

Il sindaco di Roma ha spiegato poi la sua posizione a diMartedì: “Su migranti e campi rom sto portando avanti quella che abbiamo chiamato la ‘terza via‘: inflessibili con i delinquenti, accoglienti con le persone fragili. I bambini e le persone fragili devono essere aiutati. I delinquenti devono andare in carcere e ci devono restare. Non si può fare di tutta l’erba un fascio“.

polizia durante la protesta rom
Foto: Ansa