Stefania e Sara Luce, 10 anni fa e oggi


Alle 3.32 del 6 aprile un terremoto terribile distrugge L'Aquila e l'Abruzzo, le macerie uccidono 309 persone. Ma cosa c'è adesso, oggi, a 10 anni dal sisma?

10 anni dopo il terremoto a L'Aquila

Sono passati 10 anni, e da una parte la ricostruzione è avanzata. I palazzi privati del centro storico sono in fase avanzata, così come le Chiese. La ricostruzione pubblica invece è rimasta indietro, ancora di più quella della scuole, che dovrebbero essere simbolo di rinascita. Ad oggi, una scuola è in ricostruzione, la Mariele Ventre, mentre le altre sono rimaste al palo. Nessuna scuola è già stata completamente ricostruita. Nel centro storico invece sono state ricostruite due scuole private, e dove vanno i bambini a scuola? Come da dopo il sisma, a distanza di 10 anni, gli alunni vanno ancora a lezione nei MUSP, i Moduli ad Uso Scolastico Provvisorio.

Tutti gli articoli sul terremoto a L'Aquila

l'aquila, un palazzo prima e dopo
La ricostruzione di un palazzo, ieri e oggi. Foto: Ansa

La storia di Stefania e Sara Luce

La foto di Stefania e Sara Luce 10 anni fa era diventata la foto simbolo del sisma. Scattata da un fotografo di Ansa aveva fatto il giro del mondo insieme alla immagini delle macerie. In quella foto c'erano una mamma e una figlia, una con lo sguardo perso, distrutto, e l'altra che dormiva stremata. Stefania ha rivelato ad Ansa: "Fu uno chocvedere la mia immagine sul Sun. Innanzitutto avevo un aspetto tutt'altro che piacevole e vedersi indicata nei supermercati non aiutava; poi però, dal momento che la foto inquadrava qualcosa di vivo e non immagini luttuose, quando è stata portata ad esempio come immagine positiva è stato diverso". Sono passati 10 anni e ora Sara Luce compirà 18 anni e proprio in questo anno farà ritorno nella sua casa, ricostruita, la stessa casa in cui quella notte hanno vissuto l'incubo.

Immagine in alto: Ansa