Pediatra ha violentato decine di bambini, condannato a 158 anni di carcere


La sentenza è arrivata qualche giorno fa. Il dottor Johnnie Barto, pediatra della Pennsylvania, dovrà scontare dai 79 ai 158 anni di carcere, per aver violentato decine di bambini nel corso della sua carriera medica. Lui stesso durante il processo ha ammesso di aver molestato diverse generazioni di bambini. Nel 2000 era stato sospeso dalla comunità medica dopo le accuse di abusi sessuali, compiuti nel 1998, ai danni di tre bambini. Ma venne assolto e reintegrato dall’ordine dei medici. 

Ha approfittato del suo lavoro da pediatra

Johnnie Barto, 71 anni, per circa quattro decenni ha approfittato della sua posizione da medico rispettato dalla comunità per compiere abusi sessuali su 31 bambini. La sentenza è arrivata dopo che un gruppo di donne lo ha denunciato per averle violentate quando erano bambine. Jennifer Goetz, una delle vittime che adesso ha 42 anni, aveva 8 anni quando è stata violentata dal pediatra, nel 1984. Dopo il processo ha detto: "Oggi è un giorno agrodolce per me", e, riguardo a quella vecchia accusa risalente a 18 anni fa, ha continuato: "Venti anni fa, questo predatore avrebbe potuto essere fermato". Un’altra donna, Erika Brosig, che aveva 12 anni quando è stata molestata nel 1994, ha asserito che Barto aveva dei complici: "I genitori sporgevano spesso lamentele sul dottor Barto. Vogliamo scoprire chi sapeva e qual è il livello delle loro responsabilità". Barto ha preso di mira ragazze e ragazzi tra gli 8 e i 12 anni. Le vittime più giovani avevano solo 2 settimane.

Johnnie Barto confessa: "ho abusato di 31 bimbi, sono malato"
Una foto di Johnnie Barto pediatra a Johnstown. Fonte: Support for Johnnie 'Jack' Barto/Facebook

La moglie del dottore

Barto non ha abusato solo dei bambini che visitava nel suo studio, alla Laurel Pediatric Associates, che si trova a Richland Township, un sobborgo della città Johnstown. Si legge su NBC News che ha anche molestato alcuni membri della sua famiglia, tra cui un bambino di 7 anni e un 14enne. Linda, la moglie del pediatra da quasi 48 anni, quando è iniziato il procedimento giudiziario si è schierata dalla parte delle vittime. "Non c’è giorno in cui non senta una pesantezza nel mio cuore per le vittime di mio marito", ha detto la signora Barto. Quando ha parlato lei, durante il processo, il marito non ha fatto trapelare alcuna emozione, rimanendo immobile accanto al suo avvocato, David Weaver

La Laurel Pediatric Associates dove lavorava il dottore. Immagine: Google Maps
La Laurel Pediatric Associates dove lavorava il dottore. Immagine: Google Maps

Le dichiarazioni del procuratore generale

La polizia di Richland Township ha arrestato Barto il 18 gennaio 2018. Da allora è iniziato il lungo processo che ha portato a questa sentenza definitiva. Josh Shapiro, il procuratore generale dello stato della Pennsylvania ha detto a tal proposito: "Il Dottor Johnnie Barto è stato condannato a passare da 79 a 158 anni in prigione, a garanzia del fatto che morirà dietro le sbarre". Shapiro ha definito l’imputato un "predatore seriale" che ingannava i bambini per "nutrire i propri desideri malati". Il medico ha abbindolato l’intera comunità: "Si è presentato come un pilastro per la comunità, un pediatra di famiglia, un membro eletto del consiglio scolastico, un frequentatore assiduo della chiesa. La gente si fidava di lui. Il mio ufficio ha distrutto la rete di bugie, di inganni e di violenze nei confronti dei bambini da parte di Barto, oggi è stato ritenuto responsabile dei suoi crimini", ha detto il procuratore al termine del processo.