Livigno, bambina e accompagnatrice cadono dalla seggiovia sono gravi

È accaduto ieri pomeriggio nella stazione sciistica “Carosello 3000“, nel comune di Livigno, provincia di Sondrio. Una bambina belga di 8 anni e la sua accompagnatrice, una donna polacca di 32 anni, sono cadute dalla seggiovia. Un volo di circa tre metri di altezza. Le loro condizioni sono gravi ma la prognosi rimane ancora riservata.

La tragedia

Ieri pomeriggio una bambina di 8 anni, proveniente dal Belgio, e la sua accompagnatrice di 32 anni, proveniente dalla Polonia, si trovavano a Livigno, nel comprensorio sciistico “Carosello 3000”. Sono salite sulla seggiovia che porta i turisti alla pista Rin. Stavano andando ad alta quota probabilmente per una lezione di sci. Sembrerebbe che la bambina, sin da subito, si sia seduta in modo non corretto su uno dei seggiolini della struttura. Nei pressi della stazione d’arrivo è accaduto il dramma. La bimba è scivolata e la donna che era con lei l’ha afferrata per evitare la caduta. Sono entrambe volate giù, da un’altezza di circa tre metri. 

Comprensorio sciistico "Carosello 3000". Immagine: Carosello 3000/Facebook
Comprensorio sciistico “Carosello 3000”. Immagine: Carosello 3000/Facebook

Trasportate d’urgenza in ospedale

Sia la bambina che la donna sono state portate immediatamente all’ospedale. La piccola è stata trasportata con un elicottero del 118 all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. L’accompagnatrice in quello, più vicino, di Sondalo, comune in provincia di Sondrio. L’impatto con la neve ha provocato gravi traumi da caduta. Per entrambe la prognosi è ancora riservata. Nel frattempo, i carabinieri di Livigno stanno indagando sulla dinamica dell’incidente. 

Elicottero del 118. Immagine: Sito Elilombardia
Elicottero del 118. Immagine: Sito Elilombardia

La località sciistica di Livigno

Da sempre tra le più note località sciistiche italiane, Livigno è conosciuta per gli snowpark. Tra questi c’è, appunto, il “Carosello 3000”, comprensorio dove ancora, in questo periodo, c’è molta neve. Qualche giorno fa la loro pagina Facebook scriveva che sulla montagna stava nevicando e che per i giorni a venire erano previsti altri 60 cm di neve