Lucio Presta e Heather Parisi in primo piano


Scambio al vetriolo tra Heather Parisi e il suo ex agente nonché agente di moltissimi volti televisivi di spicco, Lucio Presta. Il marito di Paola Perego, intervistato ad AdnKronos Live, ha voluto rispolverare questioni private che ben evidenziano i tesi rapporti tra lui e la ex cliente contro la quale non ha risparmiato commenti ma la replica social della Parisi non si è fatta attendere.

Atavici dissapori tra Presta e Parisi

Atavici dissapori si direbbe parlando di Heather Parisi e Lucio Presta, rispettivamente l'una cliente dell'altro fino a qualche anno fa. Heather Parisi infatti, come altri volti noti dello spettacolo quali Bonolis, Benigni, Rodriguez e Santoro - solo per citarne alcuni -, era una delle assistite dall'agente dello spettacolo Presta prima che tra i due, qualcosa si rompesse. Sembra che la causa possa essere la mancata messa in onda di Blind Maze, ragazzi con la pelle sottile, un film nato dall'idea di Heather Parisi e da lei stessa scritto. Il film sarebbe dovuto andare in onda sulla Rai e, come racconta la Parisi sul suo sito ufficiale, l'agenzia di spettacolo Arcobaleno Tre - di Lucio Presta -  aveva sottoscritto un contratto per l'acquisto per i diritti del film con l'intenzione di cederli poi alla Rai.

La causa contro Arcobaleno Tre

"Purtroppo, dopo il mio post 'Il peccato originale' pubblicato il 4 dicembre su questo blog e dopo il mio video su Instagram in cui, in modo ironico, "litigavo con me stessa" - scrive Heather Parisi sul suo sito - La Arcobaleno Tre di Lucio Presta, ha deciso di mettere in discussione non solo il contratto relativo alla mia partecipazione alla trasmissione, ma anche quello relativo al film". Da ciò ne è conseguentemente nata una vera causa legale intentata dalla Parisi contro Arcobaleno Tre.

Presta: "È ammalata di una tipica sindrome dei nostri tempi"

Da quel momento si è interrotto il rapporto tra la Parisi e Presta che, intervistato ad AdnKronos Live, non ha voluto sorvolare sull'ex cliente. "È una mia amica ma è ammalata di una tipica sindrome dei nostri tempi, il complottismo compulsivo" sono queste le parole di Presta. "Vede che il mondo è quasi sempre schierato dalla parte opposta a dove si trova lei - continua Presta - Poi lei ha fatto una cosa che non avrebbe dovuto fare non a me ma ai miei figli, che l'hanno chiamata zia per tutta la vita, e i ragazzi hanno ritenuto che fosse giusto che questa cosa finisse in un'aula di tribunale. E lì che sta". Presta aggiunge che tutto questo avrebbe cercato di spiegarlo plurime volte alla Parisi con "parole dolci" ma senza ottenere alcun risultato.

La risposta di Heather Parisi

Come dicevamo, di fronte a queste parola la Parisi non è rimasto affatto indifferente e ha voluto rispondere piccatissima. Su Twitter, la ballerina si è così rivolta ai suoi follower: "Ma lo scribacchino che mi definisce "un'amica alla quale ho detto parole dolci senza riuscire" è lo stesso di "giuro su quello che ho più caro che la sputtaneró ovunque per il suo privato"? E ci credo che non è riuscito! L'amicizia di questi personaggi è più marcia del loro odio".

*immagine in alto: Instagram Lucio Presta e Heather Parisi