Cane accanto al padrone

È una storia di commovente fedeltà quella che arriva da Montemorelos, in Messico. Un cane è rimasto accoccolato a vegliare il corpo senza vita del suo padrone, tragicamente investito da un treno mentre attraversava i binari. I soccorsi hanno trovato il cadavere dell’uomo vicino ai binari e il cagnolino rannicchiato accanto a lui: immagine di quell’amore leale e incondizionato che, spesso, solo un cane può provare.

La veglia del cane dopo il drammatico incidente

Sono le prime luci dell’alba quando Victor Reyna Vazquez, di 57 anni, arriva ubriaco alla stazione di Montemorelos. Nel quartiere, i residenti lo definiscono un alcolista. L’uomo attraversa i binari, ma la decisione gli è fatale: un treno lo investe e Vazquez perde la vita. I primi soccorsi ad arrivare sul luogo, riporta il Mirror, sono quelli della Croce Rossa: gli uomini non trovano solo un cadavere accanto ai binari, ma trovano anche un cane. Quel cane che gli stava sempre accanto da diversi anni. Il piccolo si è rannicchiato accanto al corpo del padrone, forse per dedicarsi ad una lunga attesa, o forse semplicemente per rimanergli vicino. I soccorsi faticano ad avvicinarsi a loro volta, perché il cane tiene a distanza chiunque si faccia avanti. Dopo diversi tentativi faticosi, il corpo viene finalmente rimosso dal luogo.

Cane accanto al padrone
Il cane accanto al corpo del suo padrone. Immagine: CEN/@yari_trevino

Solidarietà per il migliore amico dell'uomo

Un telo azzurro ricopre il corpo di Victor Reyna Vazquez. Accanto a quel telo, il cane di Vazquez, raggomitolato. Sono queste le immagini che, al momento, stanno facendo il giro del web. Ora il cane è solo e il suo destino non è ancora ben definito, ma è già sorta una campagna, attraverso i social media, per far sì che questo incredibile animale trovi presto una nuova casa. Sono tante le vicende di amore fedele che coinvolgono i cani e i loro padroni. Una storia recente, seguita anch’essa da un’ondata di solidarietà popolare, si è svolta in Argentina e ha visto come protagonista il labrador Toto, il quale ha atteso per giorni il padrone morto, davanti all’ospedale. Anche in quel caso, poi, una rete di solidarietà finalizzata all’adozione ha preso il largo tramite i social media.

Immagine in alto: CEN/Twitter