Franco Gatti segnali figlio

Franco Gatti, il “baffo” dei Ricchi e Poveri torna a ricordare il figlio Alessio, morto prematuramente a soli 23 anni. L’ex cantante,  che dopo la morte del ragazzo non ha più voluto solcare alcun palcoscenico, ha nuovamente spiegato di essere, in qualche modo, in contatto con il figlio che – dal giorno della sua scomparsa – non ha mai smesso di inviargli segnali che, nel tempo, si sono fatti via via più importanti.

Il mistero delle piume

Lo scorso anno, Gatti annunciava di vedere nelle piume, che ritrovava di continuo, un modo per tenere i contatti con il figlio. Da allora, i segnali si sono fatti più intensi. A Storie Italiane, insieme alla moglie, Gatti ha raccontato di continuare a vedere delle piume anche in situazioni e contesti inaspettati.Eravamo ospiti in una trasmissione televisiva – dice l’ex cantante – usciamo dallo studio e c’è un piuma per terra”. Gatti sottolinea la concretezza del suo modo di essere e allontana l’ipotesi suggestione avanzata dalla Daniele: “Spesso ci inganniamo da soli, ma io ne ho avuti tanti(di segni) e ho sempre avuto i piedi per terra”.

Alessio detta parole a Franco Gatti
Alessio, il figlio di Franco Gatti

Le parole “dettate”

Gatti prosegue poi nel suo sorprendente racconto arrivando a spiegare di come suo figlio “detti” delle parole che lui e la moglie trascrivono. La mamma di Alessio, in particolare, confessa di scrivere “senza coscienza e in scrittura automatica”: “Mi sveglio, vado allo scrittoio e comincio a scrivere velocemente in uno stato di incoscienza". Gatti continua: "Quando Stefania mi dice cosa ha scritto io resto perplesso  ma poi mi arrendo perché credo che mio figlio sia il mio angelo, mi aiuta, scrive a sua madre e a me". 
In trasmissione viene mandato un filmato con alcune delle parole pronunciate dal figlio e trascritte dai genitori: “Qui ci sono tanti ragazzi come noi che sulla Terra non potevano rimanere a lungo [...], noi esseri speciali ci incontriamo tutti, siamo giovani”. E poi ancora: “Anche qui abbiamo i nostri compiti, uno di questi è starvi vicino. Accompagnarvi in ogni passo della vita”, un modo per “compensare il dolore” causato dalla perdita.

Le lettere del figlio Alessio Gatti
Le lettere del figlio

L’addio alla musica

Gatti formalizza poi il suo addio alle scene:I miei colleghi e amici continuano a lavorare, io mi sono fermato perché non salivo più con gioia sul palco". La conduttrice Eleonora Daniele ha però rincuorato il cantante: "Anche io ho avuto una perdita in famiglia importante, ma a un certo punto bisogna voltare pagina e andare avanti. Portare questo dolore ma andare avanti. Tuo figlio vorrebbe rivederti con il sorriso".