l'incendio di notre dame

Alle 4 di questa notte, a Parigi, è arrivato l’annuncio che tutti stavano aspettando con il fiato sospeso: lincendio di Notre-Dame è stato domato. Ora i pompieri lavorano per cercare di spegnere gli ultimi focolai, e per raffreddare l’intera struttura. Solo dopo si potrà fare una valutazione dei danni alla struttura.

Le opere d’arte

Tutte le opere d’arte contenute nella cattedrale parigina sono state messe in salvo e saranno trasferite in giornata al Louvre. È cominciato tutto ieri intorno alle 19, un incendio forse partito dalle impalcature che circondano la guglia per i lavori di restauro che erano in corso. Le statue della guglia sono tutte in salvo perché rimosse nei giorni scorsi proprio per restaurarle. Poco dopo le 20 la situazione è apparsa irrimediabilmente fuori controllo: prima è crollata la guglia, poi i due terzi del tetto. Ore dopo, quasi a mezzanotte, Parigi ricominciava a respirare: le fiamme sembravano essersi abbassate fino all’arrivo della notizia che la struttura esterna era in salvo.

notredame
Il crollo della guglia ripreso e diffuso sui social

Incendio domato

Il comandante generale dei vigili del fuoco di Parigi, Jean-Claude Gallet, ha annunciato: “Adesso possiamo dire che i due campanili sono stati salvati e stiamo raffreddando la struttura facendo molta attenzione all’interno“. La buona notizia è stata annunciata intorno alle 4 di questa mattina dal portavoce della polizia Gabriel Plus: “L’incendio è completamente sotto controllo. È parzialmente estinto e ci sono delle fiamme residuali da domare“.

La Procura di Parigi intanto ha aperto un’indagine per disastro colposo. Dal canto suo invece il Presidente Macron ha annunciato una raccolta fondi tra i francesi e internazionale che partirà alle 12 di oggi. Intanto la famiglia Pinault, tra le più ricche di tutta la Francia, ha già annunciato di voler donare 100 milioni di euro per la ricostruzione di Notre-Dame: “Di fronte a una tragedia di tale portata, ognuno desidera ridare vita il più presto possibile a questo gioiello del nostro patrimonio“, ha dichiarato Pinault in un comunicato.

Foto in alto: Ansa/Epa