denise la bimba uccisa dal dentifricio

La famiglia Saldate è sempre stata molto attenta a tutti prodotti alimentari e non che entravano in casa. Fin dal suo primo anno di vita, la figlia maggiore di 11 anni, Denise, combatteva contro delle bruttissime allergie alimentari che avrebbero potuto ucciderla. Una vita difficile che però la piccola ha saputo affrontare con coraggio fino al 6 aprile scorso, quando è stata uccisa da uno shock anafilattico. Il motivo? Il dentifricio.

Bimba di 11 anni uccisa dal dentifricio

È accaduto a West Covina, California, la piccola Denise Saldate era gravemente allergica a tutti i derivati del latte, tant’è che in casa ogni alimento era controllato prima dell’acquisto e la mamma, Monique Altamirano, era stata formata per fare iniezioni di epinefrina in caso di shock anafilattico. Lo scorso 6 aprile, come ogni mattina Denise si stava lavando i denti in bagno accanto alla sorellina, quando all’improvviso è sbiancata ed è riuscita a malapena a dire: “Credo di avere una reazione allergica al dentifricio”, poi le sue labbra sono diventate blu e la piccola ha smesso di respirare.

Il racconto della mamma

Secondo il suo racconto alla stampa locale, la donna è intervenuta all’istante, prendendo la figlia in braccio e portandola sul suo letto per farle l’iniezione di epinefrina e la rianimazione. “Ho detto all’altra mia figlia di chiamare il 911 mentre mi preparavo a fare l’iniezione”. I soccorsi sono arrivati e hanno trasportato Denise in ospedale, purtroppo però per lei non c’è stato nulla da fare, la piccola è deceduta.

Perché il dentifricio

La mamma di Denise ha spiegato che cos’è che ha scatenato la fatale reazione allergica. Il dentista aveva prescritto alla piccola un dentifricio per sbiancare i denti, pare che tra gli ingredienti ci fossero proprio dei derivati del latte che sono stati fatali e nessuno in casa se n'era accorto.

L’appello della mamma

Monique Altamirano, distrutta dal senso di colpa, ha voluto raccontare la storia del suo drammatico lutto per mettere in guardia altri genitori dai rischi che si corrono nel non leggere con attenzione cosa contengono i prodotti. “Leggete sempre tutto. Non pensate di essere sicuri solo perché ormai siete abituati o perché vi vergognate di chiedere, siate sempre i difensori dei vostri figli”. I funerali della piccola Denise si terranno il 26 aprile prossimo; lo zio ha lanciato una campagna di raccolta fondi sulla pagina GoFundMe. Denise era una bambina solare, allegra e piena di energie. Sempre dedita a fare la cosa giusta.

Credits immagine in alto: GoFundMe