luci dell'auto della polizia

Un ragazzo di 21 anni è ricoverato in gravi condizioni presso l’ospedale San Camillo di Roma. Secondo quanto si apprende il giovane è rimasto vittima di una rapina in casa in pieno giorno, nel tentativo di difendersi è stato assalito.

I rapitanori, due uomini e una donna tutti e tre di etnia rom, sono poi fuggiti lasciando il ragazzo agonizzante; il giovane è stato soccorso dai vicini che hanno chiamato l’ambulanza. Ora si trova ricoverato presso l’ospedale San Camillo e resta in gravi condizioni.

Vittima di rapina in casa: è grave

È accaduto nella tarda mattinata di ieri, ma solo ora sono emersi i fatti. Secondo quanto riferisce Il Messaggero, il ragazzo di soli 21 anni si trovava in casa in zona Ostia Antica, quando si è accorto di una banda di ladri entrata nel suo appartamento. Le informazioni al momento sono ancora poco chiare, secondo quanto si apprende, il giovane avrebbe tentato di respingere un’aggressione da parte degli uomini della banda quando uno di loro lo ha trafitto con un cacciavite.

Gli inquirenti ora sono sulle tracce di due uomini e una donna che pare siano gli autori del fatto.

Sorpreso dai ladri nel sonno

Il giovane si trovava in casa sua, una palazzina nel quartiere Saline, quando è stato svegliato da rumori sospetti, trovandosi le tre persone di etnia rom davanti, ha tentato di impedire il furto. Nella lotta con uno dei rapinatori, armato di cacciavite, il ragazzo è stato trafitto al torace e un polmone è stato perforato.

Il giovane si è accasciato e i tre si sono dati alla fuga passando dalla porta d’ingresso. Alcuni testimoni li hanno visti allontanarsi dall’edificio e hanno rilasciato un identikit sommario agli inquirenti.

Ad aiutare il ragazzo sono stati i vicini, che hanno immediatamente allertato i soccorsi. Il giovane è stato immediatamente trasportato presso l’ospedale San Camillo.