mani di donna anziana appoggiate sulle gambe con un pantalone grigio

Una storia singolare quella che arriva direttamente dalla Sicilia. In questo periodo, in cui si è tutti un po’ più soli per colpa dell’emergenza Coronavirus, commuove la vicenda di una signora 80enne che si è ritrovata inondata di telefonate nel giorno del suo compleanno grazie al gesto di un giovane avvocato. 

Un errore provvidenziale

Un errore innocente che ha rallegrato la giornata di una signora di Ragusa. Giovanni Denaro, un avvocato siciliano, doveva mettersi in contatto con il giudice di pace di Licata ma, confondendo le cifre del numero, ha telefonato alla persona sbagliata.

La signora Annamaria, ritrovandosi la telefonata, ha richiamato subito l’avvocato che resosi conto dell’errore aveva staccato la chiamata.

Quanto accaduto dopo è una profonda storia di tenerezza. Ecco quanto dichiarato da Giovanni Denaro a La Repubblica Palermo“Sento la voce di una donna anziana che mi chiede come mai l’avessi cercata. Mentre le spiego il mio errore, noto nella sua voce la delusione: ‘Pensavo volesse farmi gli auguri’”. L’avvocato aveva infatti erroneamente chiamato la signora il giorno stesso del suo compleanno. “Sa, oggi compio 80 anni, sono sola, e pensavo che qualcuno mi avesse chiamato per gli auguri“, avrebbe detto Annamaria all’avvocato Denaro.

A questo punto, dopo aver raccontato l’aneddoto su Facebook, ha avuto luogo un’iniziativa che ha trasformato la delusione di Annamaria in gioia.

La signora Annamaria inondata di auguri

Un amico dell’avvocato Denaro ha proposto di telefonare alla signora Annamaria per augurarle buon compleanno e quindi allietare la sua giornata. La donna si è ritrovata tempestata di messaggi di auguri, rendendola felice. C’è stata l’occasione per un vero e proprio scambio, la possibilità di raccontarsi aneddoti riguardo la propria vita.

Non mi aspettavo tutte queste telefonate, sto conoscendo tanti ragazzi gentilissimi. Ognuno mi racconta una cosa, ad ognuno racconto una cosa io. Sono contentissima”, ha raccontato la donna. Annamaria sarebbe rimasta sorpresa anche dell’affetto dei più giovani per le persone anziane: “Quando tutto questo finirà gli voglio conoscere tutti. Ci abbiamo vedere in un bar, all’aria aperta, e berci e un bel caffè. Pago io”. 

Approfondisci

Napoli, ragazzo autistico si perde in città: il lieto fine grazie alla Polizia

Coronavirus, la rivincita dei ragazzi: come sconfiggere la noia con un libro

Coronavirus, proposta di matrimonio sul camice: l’amore ai tempi del Covid