mascherina sugli occhi

Scienziati statunitensi e ricercatori dell’Istituto Lazzaro Spallanzani di Roma indicano la possibilità di contagio del Coronavirus anche attraverso le lacrime o il contatto con mani infette. Il virus potrebbe replicarsi anche nelle congiuntive.

Come potrebbe verificarsi il contagio tramite gli occhi

L’esito di uno studio riportato da un team della Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora, contestualizza l’eventualità di contagio del Covid tramite gli occhi. La ricerca parte da segnalazioni di irritazione agli occhi da parte dei pazienti. Nei risultati della ricerca riportati da numerose fonti, viene spiegato che negli occhi è presente una proteina al quale il virus potrebbe agganciarsi.

Il Sars-Cov-2 utilizza l’Ace2 per infettare le cellule del polmone. Questo, non è altro che un ricettore presente nel sistema respiratorio e nei polmoni. Gli scienziati americani hanno scoperto che i ricettori Ace2 si trovano anche negli occhi. In questo modo, la superficie oculare potrebbe essere un varco per il virus. Gli occhi fungerebbero da via per inserimento nel corpo, dove poi può dare il via a numerosi sintomi e attaccare organi diversi.

Analisi della teoria

I risultati, pubblicati su MedRxiv, sono ancora in attesa di revisione.

Gli scienziati hanno rilevato la presenza di Ace2 da campioni epiteliali corneali. Questi, viene riferito, sono stati analizzati da dieci pazienti morti non a causa del Coronavirus. In tutti i campioni, è presente il ricettore Ace2. Si è trovata, inoltre, la presenza di Tmprss2, una proteina che aiuta il virus a penetrare nell’organismo. In ogni caso, è consigliabile evitare il contatto occhio-mano.

Le ricerche a Roma

Anche i ricercatori dell’Istituto nazionale malattie infettive Spallanzani trattano il tema. Il loro studio parte da un tampone oculare, prelevato da una paziente positiva al virus.

Infatti, riuscendo ad isolare il virus, si è dimostrato come questo poteva non occupare solo l’apparato respiratorio, ma anche le congiuntive. In particolare, il Covid-19 può proliferare nelle lacrime e nelle secrezioni oculari.

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus

Coronavirus, uno studio rivela : “L’estate non lo farà sparire”

Coronavirus, lo studio: con la cura al plasma iperimmune la mortalità cala al 6%