lorella cuccarini e alberto matano

Continua l’affaire Cuccarini-Matano: i conduttori de La Vita in Diretta hanno concluso il loro sodalizio in modo decisamente burrascoso. La “più amata dagli italiani” ha accusato il collega Alberto Matano di sessismo. Lorella Cuccarini parla di prevaricazioni, maschilismo e mostra una certa amarezza per essere stata messa alla porta dalla Rai.

Alberto Matano maschilista? Emma D’Aquino smentisce

A smentire le accuse contro Matano è stata tra le prime Emma D’Aquino, giornalista del Tg1 nota anche per la partecipazione a Sanremo. Su Twitter la giornalista si è immediatamente espressa sulle accuse al collega: “Ho condiviso non solo una minuscola stanza con Alberto Matano ma anni di conquiste e crescite professionali e di vita.

Definirlo maschilista da ego sfrenato fa un torto a chi lo pensa e lo scrive“.

Il tweet di Emma D'Aquino a difesa di Alberto Matano
Il tweet di Emma D’Aquino a difesa di Alberto Matano

La risposta delle donne di La Vita in Diretta

Alle accuse di Lorella Cuccarini, scritte in una lettera ai collaboratori, rispondono le donne che lavorano a La Vita in Diretta. La mail, pubblicata da TPI, riporta la sorpresa della redazione del programma: “Cara Lorella, dopo aver letto la tua mail, arrivata a ridosso dell’ultima puntata del programma, abbiamo provato smarrimento e incredulità per le tue parole“.

Le donne spiegano che in questi mesi il loro rapporto con Alberto Matano è stato caratterizzato da rispetto reciproco e riconoscimento professionale. “Fare finta di niente sarebbe la soluzione più semplice ma sentiamo il bisogno di dover dire la nostra, da donne“, si legge, “Abbiamo lavorato per tutta la stagione invernale in questo programma, e siamo sorprese e amareggiate, e stentiamo ancora a credere alle accuse di maschilismo rivolte ad Alberto“.

Il conduttore, forse volendo chiarire i buoni rapporti con i collaboratori, ha pubblicato sul suo profilo Instagram una foto dopo l’ultima puntata del programma ringraziando tutti.

Il post Instagram di Alberto Matano
Il post Instagram di Alberto Matano

Diaco: sostegno a Cuccarini

Dopo la fine della collaborazione tra Cuccarini e la Rai, due colleghi della conduttrice si sono esposti a difenderla. Pierluigi Diaco ha scritto su Twitter: “Domani la mia amica Lorella Cuccarini conclude la sua eccezionale esperienza alla guida di La Vita in Diretta. Si è contraddistinta per competenza e senso del dovere.

È una professionista che lavora con passione e correttezza Le auguro che la vita professionale continui a darle ciò che merita“.

Il tweet di Pierluigi Diaco
Il tweet di Pierluigi Diaco

Le indiscrezioni sull’addio e la difesa di Salvo Sottile

Anche Salvo Sottile, che ha concluso la sua conduzione di Mi Manda Rai Tre, ha augurato il meglio alla Cuccarini, smontando le indiscrezioni sul suo addio alla Rai. Si vocifera che la conduttrice sia stata messa alla porta dal nuovo corso anit-sovranista. Questioni politiche che, anche quando è tornata in Rai sotto altro governo, sono state date come la ragione principale del suo ingaggio.

Penso che Lorella Cuccarini si sia messa in gioco e piaccia o no, è una grande professionista.

C’è ancora spazio per lei. Usare l’alibi della politica per annacquare 30 anni di mestiere lo trovo ingiusto“, scrive su Twitter Sottile. Il conduttore non si schiera sulle accuse a Matano, sul quale commenta: “Siamo amici. È una persona perbene e un collega scrupoloso“.

Il tweet di Salvo Sottile
Il tweet di Salvo Sottile