primo piano fabrizio corona

Non c’è pace per Fabrizio Corona, o si potrebbe dire che è l’ex re dei paparazzi a non volere pace. I Carabinieri questa notte si sarebbero presentati a casa sua avvertiti dai vicini di schiamazzi notturni. Corona sembra stesse dando una festa, uno sgarro al regime degli arresti domiciliari in cui si trova da febbraio.

Fabrizio Corona infrange le regole dei domiciliari

Che non sia mai stato un fan delle leggi è noto, e anche questa volta Fabrizio Corona ha dovuto rimarcare la sua insofferenza per le condanne ricevute. I vicini di casa avrebbero chiamato i Carabinieri, secondo quanto riporta Il Corriere della Sera, per intervenire in un residence in zona Città Studi a Milano, dove abita l’ex paparazzo.

Musica ad alto volume in piena notte, che non c’era quando le forze dell’ordine sono arrivate.

A casa di Fabrizio Corona ci sarebbero stati invece due ragazzi di  22 e 29 anni e 3 ragazze poco più che 20enni. Non sarebbe un fatto isolato, pare infatti che in casa dell’imprenditore ci sia un intenso via vai. Inoltre, ai militari Corona non avrebbe presentato la copia dell’ordinanza con le prescrizioni degli arresti domiciliari da seguire.

Corona il ribelle?

A Fabrizio Corona è stata concessa la misura detentiva in casa da febbraio, ma i suoi guai non sono finiti. Ad aprile è stato diffidato per aver violato le regole del lockdown per il coronavirus, scatenando una diatriba sulla privacy che, come ha denunciato, sarebbe stata violata. L’ex paparazzo avrebbe fatto venire a casa sua il personal trainer, in barba alle norme anti COVID.

Lo scorso giugno la Cassazione ha ribaltato la sentenza del Tribunale di Milano, che lo aveva condannato a scontare 9 mesi di carcere.

Ancora una volta Fabrizio Corona ha evitato le sbarre alle finestre, una vittoria che ha festeggiato sui social: “Vamos guerriero e andiamo“, ha scritto su Instagram.

Approfondisci:

Fabrizio Corona, chi sono i suoi fratelli: Federico e Francesco

Fabrizio Corona e Nina Moric paparazzati insieme a scuola per Carlos