Iva Zanicchi ospite a Io e Te

Iva Zanicchi è stata ospite di Io e Te, regalando agli spettatori un’intervista che rispecchia il suo carattere: schietta, imprevedibile e divertente.

La Zanicchi ha parlato della sua vita a tutto tondo, condendo il tutto con una forte ironia e non facendosi sfuggire l’occasione di tirare fuori la sua insofferenza nei confronti del potere e – in un certo senso – della politica.
Proprio per il suo carattere schietto, ha però anche messo in difficoltà il conduttore Pierluigi Diaco, con un appello particolare.

Da quando mi sono tolta questo naso sono diventata più popolare

Dopo aver guardato la clip che riassumeva la sua carriera, Iva Zanicchi ha commentato ironica: “Vedo quanto ero orribile a volte – a volte brava – a questo naso che tu hai detto che infondo mi dava classe.

È vero, da quando mi sono tolta questo naso sono diventata più popolare, meno raffinata, vedi a volte un centimetro di naso cosa ti può dare? Ma dai che scherzo!”.

Irriverente e schietta come sempre, non ha esitato a lanciarsi fin da subito in discorsi molto impegnati, ammettendo che il suo carattere così diretto “Si paga perché giustamente quando vai fuori da quello che la gente si aspetta che tu dica, si paga”.

Ho tanti di quei difetti, ma quello no!

La Zanicchi ha poi fatto riferimento ad alcune recenti accuse di razzismo: “Anche recentemente ho detto una cosa sugli immigrati, non mi voglio giustificare perché quello che ho detto lo ribadisco”.

Queste accuse l’hanno però ferita, tanto che successivamente ha spiegato: “Una cosa che mi fa star male è quando mi si accusa di essere razzista. Ho tanti di quei difetti… ma quello no!

”.

Proprio sull’onda di questi discorsi Iva Zanicchi ha spiegato di sentirsi una solista nella vita, uno spirito libero che non può essere imbrigliato: “Io sono una solista, oggi parlando devi essere nel coro […] Se tu non sei di una certa schiera, sei out. Per essere in devi appartenere a un’altra…”.

La Zanicchi ha lasciato la frase in sospeso, ma le successive parole hanno fatto intendere che secondo lei per non essere al centro di accuse e polemiche bisognerebbe in qualche modo appartenere all’opinione dominante.

Il discorso stava sfiorando sempre più da vicino l’ambito politico, tanto che apertamente la Zanicchi ha dichiarato: “Abbiamo un’arma potente, non parlo di destra, sinistra, sud: dobbiamo scegliere le persone giuste e pretendere che ci diano quello che ci promettono”.

Lo sfogo durissimo su Sanremo

Non essendo Io e Te un programma politico, d’accordo con l’ospite Pierluigi Diaco ha cambiato bruscamente discorso, chiedendo a Iva Zanicchi se ha ancora il desiderio di partecipare a Sanremo.

Iva ha risposto spiazzando un po’ tutti: “Fino all’anno scorso volevo, speravo, desideravo andare a Sanremo […] Adesso, parlo agli organizzatori – quelli un po’ nascosti che hanno potere che tutti sappiamo – Io a Sanremo non ci voglio più andare.

Mi ha fatto soffrire troppo”.

Ed ha poi sottolineato che neanche se la invitasse Amadeus – verso il quale lei nutre grande stima – al momento accetterebbe in quanto i precedenti rifiuti l’hanno fatta soffrire troppo, e al momento non avrebbe neanche un pezzo da presentare.

Diaco imbarazzato: “Non mi mettere in difficoltà!

L’amicizia tra Iva Zanicchi e Pierluigi Diaco ha comunque contribuito a mantenere un clima rilassato nonostante il sottofondo polemico degli argomenti; tanto che l’attrice si è complimentata con il conduttore: “Io mi auguro e spero che questa trasmissione che ha fatto compagnia davvero – e lo dico sinceramente, senza sviolinate – possa andare avanti“.

Chiudiamo il 4 settembre” le ha spiegato Diaco, al che la Zanicchi si è lanciata in un appello rivolgendosi direttamente alla Rai: “Signora Rai, avete fatto una programmazione meravigliosa, complimenti. Ma quest’uomo deve andare avanti“.

Pierluigi Diaco, in evidente imbarazzo, ha cercato di fermare l’ospite: “Ma non mi mettere in difficoltà! Ti ringrazio per la stima, ma adesso devo darti una cosa perchè mi metti in forte difficoltà se continui“, chiudendo bruscamente il discorso donando alla Zanicchi il lavoro di Lucangelo Bracci, il disegnatore di Io e Te.

Katia Ricciarelli: “Ci assomigliamo moltissimo

Iva Zanicchi ha poi parlato delle sue aspirazioni e dei suoi sogni, le piacerebbe poter tornare in televisione con alcune serate dedicate a ospiti speciali, al canto e al ballo (ha così rivelato di essere un’ottima ballerina di tango); questo suo sogno di uno show tutto suo sembrava essere pronto per andare in porto, ma purtroppo il Coronavirus ha bloccato tutto.

Ha poi ricordato i tempi in cui ha partecipato a Sanremo, e proprio sulle sue doti canore si è espressa Katia Ricciarelli, che si sente molto affine alla Zanicchi: “Ci assomigliamo moltissimo: siamo determinate, vogliamo le cose giuste e ci battiamo per quelle.

Ecco perché siamo sgradevoli alle volte per certe persone. Siamo passionali. Poche persone hanno avuto ed hanno la tua voce“.

L’intervista si è infine conclusa con Pierluigi Diaco che ha manifestato la sua vicinanza a Iva Zanicchi “So che è un periodo tosto e quindi io ti sono vicino e se avrai bisogno di me fuori da questi schermi, io ci sono” e la commossa risposta dell’ospite: “Grazie tesoro, ti voglio bene“.

Approfondisci

TUTTO su Iva Zanicchi
Iva Zanicchi, la cantante furiosa: “Bast***i, non avete dignità”
Iva Zanicchi spaventata dai giovani: “Non ci resta che pregare”