donna in ospedale

Una madre e una figlia di New Waltham, in Inghilterra, sono morte a poche settimane di distanza, ma la famiglia ancora non conosce le vere cause del decesso. Maria Gatt ha perso la vita lo scorso 4 luglio, mentre Gemma, la figlia, era morta nel giorno del suo ventunesimo compleanno, il 7 aprile. Al dolore per questa doppia perdita si è aggiunto lo sconforto di non riuscire a sapere la verità: “Tutto quello che è accaduto ha causato grande sofferenza e stress a me e a mio padre – ha raccontato la sorella Teresa al Daily MailÈ difficile immaginare quanto siano costosi i funerali e noi ne abbiamo avuti due in un lasso di tempo molto breve”.

Ancora ignota la causa delle morti

Maria Gatt, 47 anni, aveva trascorso gran parte della sua vita gestendo case di cura per anziani, ma un problema alla schiena le aveva fatto recentemente rinunciare al lavoro. Se n’è andata improvvisamente, lasciando un grande vuoto e molte domande: “Mamma è deceduta lo scorso sabato, ma ci hanno detto che potrebbero volerci fino a 12 settimane per praticare un’autopsia e riuscire a comprendere le cause della morte”.

La vicenda, di per sé preoccupante, si aggiunge a quella simile della figlia, morta proprio nel giorno del suo ventunesimo compleanno nell’ospedale di Grimsby. Anche in questo caso i dubbi sono molti: “Non siamo ancora sicuri nemmeno delle cause della morte di Gemma – racconta la sorella – Apparentemente potrebbe essere dovuta ad un’emorragia gastrica, ma non abbiamo avuto alcuna informazione di prima mano su tutto ciò”.

Due funerali durante l’emergenza Covid-19

A peggiorare le cose ci ha pensato l’emergenza coronavirus, che ha finito per creare ulteriori difficoltà non solo nella fase della diagnosi, ma anche in quella successiva ai decessi.

Il peso dell’organizzazione di due funerali, in un periodo tanto particolare, si è fatto sentire. La famiglia ha fatto sapere che il numero di persone presenti al funerale di Maria, di cui per altro non si conosce ancora la data certa, sarà necessariamente limitato. In questo quadro a tinte fosche l’unica nota positiva arriva dalla solidarietà di amici e conoscenti, che hanno deciso di partecipare ad una raccolta fondi su GoFundMe per aiutare Teresa e il padre a gestire la situazione con maggiore serenità: “Vogliamo dirvi un grande grazie, non solo per le donazioni, ma per tutti i bei messaggi che abbiamo ricevuto, è stato davvero straordinario”.