Enzo Paolo Turchi e Carmen Russo

Ospiti speciali dell’odierna puntata di Io e Te, il salottino di Pierluigi Diaco, sono stati Enzo Paolo Turchi e la moglie Carmen Russo. Ad anticipare la loro entrata un video di presentazione ricco di amarcord e ricordi estrapolati dal passato che ha visibilmente emozionato la coppia con la Russo entrata già in studio in lacrime.

Le lacrime di Enzo Paolo Turchi

Sono tanti i ricordi che riaffiorano nello studio di Pierluigi Diaco nel corso dell’intervista a Enzo Paolo Turchi, ospitato insieme alla compagna Carmen Russo. Ed è stato proprio il racconto sofferente del coreografo a commuovere il conduttore, una narrazione intima vertente sulla sua famiglia e all’insegna di una profonda solitudine.

La nostra famiglia ha avuto dei problemi – racconta Turchi – Sono morte due sorelline mie, nel ’45, una a 18 mesi e una a 11 anni, io non ero nato. Io e mia sorella Lidia siamo nati subito dopo“. Sempre Turchi spiega come siano stati i parenti a spingere i suoi genitori ad avere altri figli per superare forse il lutto della due scomparse: “Mio padre poi andò via, i motivi precisi non li so, mia madre non sapeva dove fosse e con la testa non c’era molto purtroppo“.

La difficile infanzia di Enzo Paolo Turchi

Io sono nato nei quartieri spagnoli, un quartiere molto popolare – così racconta Enzo Paolo Turchi – Lì si usciva al mattino, cercavi di fare qualche lavoretto, qualcosa, per guadagnare 10 lire per poter poi comprarti un panino, a 6/7 anni“. Sempre Turchi: “A casa non c’era la luce e mi ricordo di una situazione tristissima ma bellissima, c’era una donna all’epoca che aveva un basso dove arrivavano gli americano e quando guadagnava qualcosina di soldi (prostituendosi [NdR]) faceva la spesa per il quartiere, a chi aveva bisogno“.

Approfondisci

Io e Te, Katia Ricciarelli confessa: “Andavo a frugare nelle tasche”

Io e Te, Luca Barbareschi in lacrime: “Forse sono un malato di mente”

Manuel Bortuzzo a Io e Te: “Mi sono aperto la testa in due”