Persone in giro con mascherine per Coronavirus

Dopo l’approvazione del prolungamento dello stato di emergenza per il Coronavirus, che permette di emanare nuovi dpcm per contrastare il virus in Italia, arrivano già le prime disposizioni per la Fase 3. Dalle mascherine ai viaggi, alcune regole sono state prorogate, mentre restano dei no per alcune attività che così non potranno ripartire.

Le regole del dpcm di agosto in Italia

Grazie al voto ottenuto alla Camera e al Senato che ha autorizzato il prolungamento dello stato di emergenza, il premier Conte ha potuto prorogare per altri 10 giorni le misure contenute nel dpcm del 14 luglio.

Le stesse, quindi, varranno almeno fino al 9 agosto. A quel punto, dovrebbero entrare in vigore nuove regole che ora vengono anticipate da numerose fonti.

Molte dovrebbero restare uguali a quelli in vigore, come l’obbligo della mascherina al chiuso e il metro di distanziamento sociale. Molti titolari delle attività che ancora non possono ripartire, sono in attesa di sapere se col nuovo dpcm potranno finalmente tornare a lavorare, ad estate ormai nel vivo.

Fase 3, ancora stop a fiere e viaggi in crociera

Come anticipa La Legge Per Tutti, Conte e il ministro Speranza avrebbero deciso di prendersi ancora del tempo prima di emanare un nuovo dpcm, prorogando invece quello già in vigore e rinviandolo al 9 agosto.

L’aumento dei casi degli ultimi giorni va infatti tenuto sotto attenta osservazione, così come le possibilità di riaprire attività ancora chiuse.

Viene riferito che per ora quindi resta lo stop a fiere, sagre, congressi e viaggi in crociera. Situazione insomma in cui è inevitabile un’assembramento che metterebbe ancora in pericolo la salute dei cittadini. Nessuna riapertura neppure per le discoteche, che tanto stanno facendo discutere dopo le numerose immagini di “movida” che arrivano da ogni parte d’Italia.

Anche in Lombardia resta l’obbligo di mascherina

Oltre alle misure che sarebbero contenute nel nuovo dpcm in arrivo, numerose fonti riportano invece una decisione della Regione Lombardia. Con una nuova ordinanza a firma del Governatore Attilio Fontana, al centro della bufera per l’inchiesta sui camici, resta obbligatorio l’uso della mascherina al chiuso in Lombardia. A questo, si aggiunge l’obbligatorietà di tenerla anche all’aperto, se non è possibile mantenere il distanziamento sociale di 1 metro.

Questa nuova ordinanza sarà valida a partire da domani, 1 agosto, fino al 10 settembre. Misure che fanno il paio con quanto dichiarato da De Luca in Campania, dove potrebbe presto diventare obbligatorio fornire la carta di identità al ristorante.

Approfondisci

TUTTO sul Coronavirus

Coronavirus, nuovo decreto per l’emergenza: le misure fino al 31 luglio

Coronavirus, De Luca verso una nuova ordinanza: carta d’identità per chi va al ristorante