persone prendono il treno con le mascherine

Scendono rispetto a ieri i contagi di coronavirus in Italia, ma gli allarmi degli esperti sul rischio che la situazione sfugga di mano si moltiplicano dato l’aumento degli ultimi giorni. Per scongiurare l’impatto di una seconda ondata che sarebbe disastrosa per il Paese si muove il governo con il nuovo Dpcm per la Fase 3.

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha seguito gli avvertimenti del Comitato tecnico-scientifico ed emanato una nuova ordinanza. Riguarda il mantenimento dell’obbligo di distanziamento sui treni, in cui ad oggi, sull’Alta Velocità, si possono occupare il 100% dei posti disponibili.

Coronavirus in Italia: i dati del primo agosto

Il ministero della Salute continua il monitoraggio del coronavirus in Italia, dove negli ultimi giorni si è registrato un’aumento dei casi. Sono 12.457 gli attualmente positivi, di cui 43 in Terapia Intensiva, 705 ricoverati con sintomi e 11.709 ricoverati con sintomi lievi o asintomatici.

Sono 295 i nuovi casi rispetto a ieri, con 5 vittime che portano il totale a 35.146. I casi totali sono 247.832, tra cui 200.229 dimessi e guariti (+255). In Italia preoccupano i nuovi focolai che spingono gli scienziati a chiedere prudenza specialmente per le Regioni più colpite: Veneto, Emilia Romagna e Lombardia.

Solo in 2 Regioni non si sono riscontrati nuovi casi, la Valle d’Aosta e la Basilicata.

Aggiornamento casi Covid-19 del Ministero della Salute
Aggiornamento casi Covid-19 del Ministero della Salute

L’ordinanza di Roberto Speranza

A fronte di questi aumenti di contagi di coronavirus, il ministro Speranza ha firmato una nuova ordinanza sul distanziamento sui treni. Lo ha annunciato lui stesso sui social, spiegandone i motivi: “È giusto che sui treni restino in vigore le regole di sicurezza applicate finora.

Non possiamo permetterci di abbassare il livello di attenzione e cautela. Per questo ho firmato un’ordinanza che ribadisce che in tutti i luoghi chiusi aperti al pubblico, compresi i mezzi di trasporto, è e resta obbligatorio sia il distanziamento di almeno un metro che l’obbligo delle mascherine“.

Post del ministro Roberto Speranza
Post del ministro Roberto Speranza

Le proroghe nelle Regioni

Il ministro ricorda che siamo ancora nella fase di convivenza con il virus, che non può essere sottovalutato. Le Regioni sembrano in linea nel mantenere le precauzioni e così, da oggi fino al 10 settembre, permane in Lombardia l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi.

Il Veneto proroga le misure d’emergenza fino al 15 di ottobre, se non ci sono cambiamenti fino all’8 agosto, visto anche l’allarme per il focolaio di Treviso.

Approfondisci:

Tutto sul coronavirus

Coronavirus, sperimentazione del vaccino in Italia: c’è l’ok dell’Aifa

Coronavirus, De Luca verso una nuova ordinanza: carta d’identità per chi va al ristorante